Autore: Redazione

L’alleanza post-strutturalista di antropologia e marxismo. A proposito di Métaphysiques cannibales di Viveiros de Castro

di BRUNO CAVA* Il libro di Viveiros De Castro ha come obbiettivo quello di introdurre le linee di  un’antropologia post-strutturalista: a tale proposito propone un nuovo concetto di relazione. L’autore utilizza come punti di riferimento principali per l’antropologia, C. Lévis-Strauss, e per la filosofia, G. Deleuze e F. Guattari. Percorrendo paesaggi abbondantemente popolati da concetti, Viveiros de Castro si confronta con i lavori di generazioni di etnografi americanisti delle terre basse, compreso con il suo stesso lavoro di campo realizzato tra gli Araweté. È un libro di traguardo nel montaggio di un complesso macchinario di diagonali, omologie, parallelismi, estasi,...

Continua

Emigranti comunitari in Germania: sistema Hartz IV, working poor, forme di autorganizzazione tra mutualismo e sindacalismo sociale

di NICOLA CARELLA, GIULIA ORLANDI, CRISTIAN SICA. [Deutsch]   [English] Il mercato del lavoro europeo e il sistema di welfare su questo impostato, si stanno progressivamente allineando al sistema tedesco. I governi dell’austerity di Italia e Grecia stanno forzando verso l’approvazione di riforme che richiamano più o meno esplicitamente la riforma Hartz tedesca. Proprio per questo un collettivo berlinese di attivisti migranti provenienti dal Sud Europa ha deciso di costruire un approfondimento sul “sistema tedesco” provando a spiegare come la Germania nella retorica capitalista sia “la locomotiva d’Europa” ma nella realtà dei fatti sia il paese con più poveri del continente....

Continua

Cina, riforme e urbanizzazione: intervista a Klaus Rohland, Direttore della Banca Mondiale per Cina, Mongolia, Corea, Asia Orientale e Pacifico

di GABRIELE BATTAGLIA.1   Ci riceve nel suo ufficio all’interno del World Trade Center di Pechino, metafora della Cina proiettata verso un futuro da superpotenza. Con lui vogliamo parlare delle riforme cinesi e soprattutto di urbanizzazione, la leva che la leadership ha scelto per creare un enorme ceto medio soddisfatto e consumista, per trasformare il volto del Dragone. Più gente in città – secondo Pechino – significa più consumi, più prodotti ad alto valore aggiunto, più innovazione. È un passaggio obbligato per abbandonare finalmente lo status di “fabbrica del mondo” e divenire economia avanzata. Lo scorso gennaio, è uscito...

Continua

Le dannate dello schermo

di ALESSANDRA GRIBALDO, GIOVANNA ZAPPERI1. È sintomatico che la recente discussione sulla libertà delle donne si sia focalizzata sull’immagine femminile che ancora una volta emerge come un nodo tanto cruciale quanto irrisolto per il femminismo italiano. Il punto qui non è quello di valutare l’appropriatezza di una fotografia in bikini in campagna elettorale, quanto di analizzare il nesso tra la libertà, il corpo e l’immagine. In questa discussione si è infatti data per scontata una sorta di coincidenza tra il soggetto, il suo corpo e la sua immagine. Volendo riassumere, se da una parte si rivendica la libertà del...

Continua

Il nemico del nemico

di ARIANNA BOVE.   Si è sollevato un bel polverone. Chi è questo Farage? Cos’è questo UKIP? La sinistra italiana sembra in cerca di nuove munizioni contro il movimento 5 stelle, e l’alleanza con UKIP un’occasione da non perdere. Una cosa che sicuramente accomuna Grillo e Farage è l’attenzione che hanno ricevuto dai media. Le campagne elettorali sono dispendiose. Grillo e Farage hanno goduto di pubblicità gratuita. Giornali, televisioni, documentari, lo spazio dell’ “universo dei segni” occupato dai due nel periodo pre-elettorale è stato a dir poco sproporzionato. E, si sa, “there’s no such thing as ‘bad’ publicity”. In...

Continua