Autore: Redazione

Officine Tarantine e i dilettanti della politica

di FRANCESCO FERRI. Scena prima. C’è un luogo, gli ex Baraccamenti Cattolica, situato nella via più centrale della città più sfigurata dallo sviluppo industriale. Tra i molteplici edifici che compongo questo luogo spicca un ex teatro, così imponente e maestoso da incutere timore e suggestione, in passato utilizzato dagli arsenalotti locali, poi abbandonato per oltre un ventennio. Questo stesso luogo, a partire dallo scorso autunno, è attraversato da un colorato quanto eterogeneo insieme di ragazze e ragazzi, molti dei quali giovanissimi. Questi corpi agitati, così distanti, per portamento, tanto dalla sinistra politica che, anche da queste parti, non sembra...

Continua

Riflessioni sul Manifesto per una Politica Accelerazionista

di TONI NEGRI [English] Il Manifesto per una Politica Accelerazionista (MPA) comincia con un’ampia constatazione della drammaticità della crisi attuale – cataclisma … ma anche negazione del futuro, imminente apocalisse. Non spaventatevi, qui non c’è davvero nulla di teologico-politico. Chiunque ne sia attratto non si metta a questa lettura. E non c’è neppure un altro dei scibolet attuali – meglio, è solo accennato: il collasso del sistema climatico del pianeta: importante, sì, ma del tutto subordinato alle politiche industriali e affrontabile solo sulla base della critica di queste. Essenziale invece è “la crescente automazione dei processi produttivi” – incluso il...

Continua

A proposito di Italian Theory

di TONI NEGRI A proposito di Italian Theory. Note sullo stato della filosofia italiana – 5 Intervento al Colloque International: “L’Italian Theory existe-t-elle?”, Paris, 24-25 janvier 2014 Se di quel groviglio di prospettive teoriche, di progetti filosofici, di iniziative e di nuove pratiche politiche, sorto e sviluppatosi fra il ’60 e la fine secolo in Italia, se dunque di questo groviglio qualcuno non facesse un insieme, magari plurale o dialettico, chiamandolo Italian Theory – non ci sarebbe nulla da replicare. Come gli americani hanno fatto mettendo assieme, nella French Theory, Derrida e Deleuze, Bataille e Foucault, Althusser e Lyotard,...

Continua

Giocare il gioco dell’Italian Theory?

di MARCO ASSENNATO. Giocare il gioco dell’Italian Theory? Note sullo stato della filosofia italiana – 4 A fine gennaio si è tenuto a Parigi un convegno sull’Italian Theory, organizzato dall’Université Paris-Ouest Nanterre e dalla Sorbona1. L’asse del convegno, coordinato da Silvia Contarini, Davide Luglio e Federico Luisetti, era dubitativo: L’Italian Theory existe-t-elle? La domanda potrebbe essere ripensata così: esiste un capitolo specifico della storia del pensiero europeo, geograficamente e cronologicamente circoscritto e relativamente omogeneo dal punto di vista tematico, capace tuttavia di offrire una proposta teorica sulla quale incardinare un dibattito utile a sciogliere alcune questioni urgenti per la...

Continua

Sostieni euronomade

Il progetto EuroNomade è autofinanziato:


fai una donazione per far crescere questa esperienza consentendo di sviluppare il sito, tradurre i contenuti, organizzare e promuovere i seminari.

Facebook

I grandi temi

Passignano 2018